Si è fatto tardi anche stasera, molto tardi. Ale è già a letto. Sfoglia qualcosa prima di spegnere la luce. Al di là del muro mi arriva la sua voce:

 

-Chi è John Roberston?

 

-Eh?

 

-Chi è John Roberston?

 

-Cosa vuoi che ne sappia.

 

-Ti cita.

Mi alzo ed entro in camera di Ale. Devo capire fino a che punto mi sta prendendo per il culo.

 

“In quei giorni di Atene mi ricordo che incontrammo un lupo, il quale, dopo averci insegnato a portare sempre con noi la nostra piccola cosmogonia tascabile, suggerì di sfruttare il nostro essere propositivi attraverso la costruzione di numerose piattaforme, ideali non luoghi contenitori della nostra creatività a cui trovare, di volta in volta, un sito fisico adatto.

 

Dopo averlo ascoltato, rapiti, decidemmo di seguire il suo insegnamento.”

 

John Roberston

 

Grazie Frede

Lupo

Annunci