Il Knofi di Bergmannstrasse è un negozio di alimentari “mediterraneo” che vende buonissime creme di verdura spalmabili sul pane, pane bio, melanzane secche, frutta candita, halva fatta in casa e qualche prodotto italiano. L’altro giorno ho scoperto che tiene anche i biscotti Plasmon. Me ne sono comperate due scatole.

All’inaugurazione della mostra “Disobedience – Ziviler Ungehorsam” al Bethanien di Mariannenplatz la signorina D. ci ha raccontato che Marilyn Manson è venuto ad abitare a Berlino. Vorrei tanto incontrare il reverendo Manson (o, come lo chiama Lupo, Mariolina) mentre compra limoni e chiodi di garofano dal fruttivendolo di Erkstrasse.

Karin Schupp racconta nell’ultimo numero della Siegessäule che Gianna Nannini sta cercando casa a Berlino Est. Ci sono stati già tre concerti della Nannini a Berlino da quando abitiamo qui.

Ultimamente io e Lupo vediamo spesso Boris Mikhailov in giro per gallerie. Ha sempre uno zainetto sulle spalle.

La tavola calda araba Sesam di Gneisenaustrasse ha lo shawarma più grande che abbia mai visto in vita mia, una buonissima salsa di mango da accompagnare ai falafel e un cartello scritto a mano e incollato sulla porta del cesso che recita: “Non gettate oggetti nel water. Si intasa. Fatelo da McDonald’s semmai.”

Ale

Annunci