Incendio visto dal Görlitzer Park


Camminando in direzione delle fiamme, chiedendoci cosa esattamente stesse andando a fuoco, abbiamo temuto per le lesbiche dellSK, gioito all’ipotesi potesse trattarsi della spocchiosa Arena, esultato al pensiero che i tipi del K. avessero seguito il suggerimento della ratta e messo un punto alla faccenda dello sgombero. Ci siamo anche chiesti se non potesse invece essere il mio sindacato.

All’altezza dello S. & K., poco prima del blocco di polizia e pompieri, Lupo è salito all’ultimo piano di un silo abbandonato per cercare di vedere meglio. Io sono rimasto giù ad aspettarlo, col collo della felpa alzato a coprire naso e bocca. C’era lì con me un altro turista del disastro, che cercava un posto dove incatenare la bici prima di salire anche lui. Quando Lupo è sceso dicendo che non si vedeva niente, il tizio è risaltato in bici e se ne è andato. Non prima però di averci mostrato le foto che aveva scattato poco prima dall’altra parte della Sprea, da dove il fuoco si vedeva meglio. “E qui un writer sta facendo un pezzo sull’incendio. In presa diretta, diciamo.”

Ale

Annunci