Una di quelle iniziative…

Oggi mi sentirei molto U-Bahnhof Turmstraße. O Innsbrucker Platz. Però, se dovessi partecipare, sceglierei di interpretare Dahlem Dorf, in bilico tra Dioniso e demenza senile, o Märkisches Museum, ovviamente in onore di Charlotte von Mahlsdorf e degli orsi araldici che forse verranno presto trasferiti in una gabbia più confortevole. Oppure, se riuscissi a trovare il necessario coraggio (magari con qualche seduta di ipnosi, o qualche etto di cocaina), la superclassica Kotti, in assoluto la stazione che più mi fa battere il cuore.

Ale

Annunci