Dimentichiamo per un attimo che a me Dan Savage sta molto antipatico da quando in (A)sexual l’ho visto comportarsi con gli asessuali come gli omofobi si comportano con noi omosessuali (la sua posizione era più o meno questa: Ma cosa vogliono questi? Se non vogliono far sesso sono cazzi loro. Che non vengano a sbandierarmelo in faccia!) e diciamo che non sono un lettore della sua rubrica di consigli sessual-amorosi, pubblicata in Italia da Internazionale. Dimentichiamo anche che una delle mie ossessioni è l’ossessione “milanese” per all things American, ovvero per tutto ciò che è statunitense (meglio se newyorchese, o quantomeno East Coast), e ricordiamo che io sono più milanese di quanto non voglia ammettere.

Leggendo la risposta di Dan Savage, nell’ultima edizione italiana della sua rubrica, a un lettore affetto da fimosi, ho pensato: Interessante questa cosa della ginnastica prepuziale come alternativa alla circoncisione, ma non è vero che è l’unica alternativa: dov’era che tempo fa leggevo che esiste un intervento chirurgico che allarga il prepuzio anziché rimuoverlo?

Sulla pagina Wikipedia tedesca dedicata alla fimosi. [ATTENZIONE! L’articolo è corredato di immagini dell’operazione]

Vedi, ho pensato, se non stiamo attenti, la nostra sudditanza culturale verso gli Stati Uniti ci fa perdere dei punti di vista diversi e, a volte, più interessanti e/o completi sulle cose.

Ma in questo caso specifico è normale che i tedeschi tendano a cercare di conservare, mentre si sa che la maggior parte degli statunitensi è amica della circoncisione (affermazione non supportata da dati statistici ma dalla visione ripetuta di materiale pornografico statuitense, che tra l’altro cerco di evitare il più possibile perché a me piace più “rough” e “dirty”, ma soprattutto “uncut”, e quindi prediligo le produzioni europee o, se proprio devo consumare Made in USA, il soggetto “latino”, che appunto non è circonciso).

E comunque chissà quante cose mi perdo non sapendo, che so, il russo o il mandarino.

P.S. Vorrei fare due precisazioni: 1) Io adoro la cultura statunitense e consumo quantità industriali di cinema, televisione, musica, arte e letteratura angloamericane non canadesi; 2) Il lettore chiude la sua lettera a Dan Savage chiedendo: “Esiste un modo sicuro, non chirurgico, per allargare l’apertura del prepuzio?” (grassetto mio), quindi è ovvio che l’autore, nel rispondergli, non prenda in considerazione l’intervento di prepuzioplastica ampiamente illustrato sulla pagina tedesca di Wikipedia.

Annunci