Ovvero un aggiornamento al post di ieri sull’eclissi.

Questa è la prima pagina della B.Z. di oggi (la B.Z. è sempre quel tabloid orrido e tuttavia a volte geniale, sorella locale della Bild, che ama ravanare nel torbido e ogni tanto se ne esce con un titolo da manuale):

BZ_sonnenfinsternis

Dice: L’eclissi solare fa dimenticare Varoufakis. E tutti gli altri problemi in un colpo solo. Tutta la Germania guarda verso il sole, e poi inizia il fine settimana.

Il giornale fa riferimento alla polemica del dito medio rivolto ai tedeschi dal ministro delle finanze di Tsipras, nonché ai vari altri mal di testa e travasi di bile provocati dal caso greco.

Mi sembra un bel commento sull’umano desiderio di distrarsi e sul bisogno di godere di cose belle, anche se viene appunto da un tabloid che alterna titillamenti e pungolamenti addominali, semplificazioni populistiche e bruttissime tirate destroidi.

P.S. solo parzialmente fuori tema alla postilla: cercando un articolo in inglese sulla questione dito medio da linkare in questo post sono capitato su questo pezzo dell’Atlantic. In chiusura l’autore cita un conto della banca centrale greca dove è possibile versare donazioni solidali per aiutare la Grecia a estinguere i propri debiti.
Sto ancora cercando di capire se si tratti di un fake (per ora, oltre all’Atlantic mi sembra ne parlino in pochi) e, nel caso venisse fuori che non è una bufala, se il conto è ancora attivo (la pagina della banca parla del 2010). Io intanto vi segnalo la cosa. Ora magari chiedo al mio ex collega greco di chiamare il numero indicato alla fine del comunicato della banca. Non che non mi fidi dell’Atlantic e dei suoi collaboratori, ma è sempre meglio controllare. Poi semmai vi faccio sapere.

UPDATE del 23/03/15 al P.S. della postilla: ho chiesto all’ex collega greco e gli sono girati un sacco i maroni. Dice che non si fida di quei “banditi” della banca centrale e che i politici hanno saccheggiato il Paese. “Non gli verserei nemmeno un centesimo”.

Annunci